Translate

sabato 22 febbraio 2014

BUFFET DOLCE PER IL BATTESIMO DI PIETRO

Finalmente riesco a postare il buffet preparato per il battesimo del piccolo Pietro.

Un grazie "speciale" a Lorena per i consigli, per la confezione dei volants circolari in raso e tulle su cui appoggiare "il piccino"(davvero bellissimo)  e come se non bastasse .....mi ha anche fornito i contenitori per i semifreddi.....
un'amica davvero speciale qui il suo blog http://lorezag-dolcesalato.blogspot.it/




Ecco .. il bimbo, la copertina e la cuffietta sono in pasta di zucchero, decorazione copertina in pizzo commestibile







Confetti decorati con pdz








Biscottini di pasta frolla ricoperti in pdz e ghiaccia reale







Mousse al caffè  con base torta arancia e cioccolato



.

Semifreddo alla ricotta con gelè di fragole




Mousse al philadelphia e pesche





.Meringhe bianche
.Meringhe azzurre


Brownies.
.Torta al cioccolato rustica
Tortine in pasta di zucchero descrittive


E questa sono io... nel retro,mentre preparo 


A destra le rose del deserto
Sono stata molto contenta di aver preparato questo buffet, (il mio primo buffet!) gli invitati erano circa un centinaio e quando hanno visto tutto quello che avevo preparato...... mi hanno applaudito, è stata una grande emozione...  mi sono commossa

lunedì 10 febbraio 2014

TORTA BARBIE PER LA MIA NIPOTINA

Ho preparato questa torta per la mia nipotina Anna che ha compiuto 6 anni. Per la verità lei ha festeggiato con le sue amichette... senza torta.......perchè questi bimbi non mangiano torte.....mangiano patatine, panini con la nutella ecc. ecc.

Qualche mese fa me l'aveva chiesta.. l'aveva vista su una pubblicità per bambini.
Ho deciso di donargliela.... anche se eravamo solo quattro adulti e due bambini (che appunto non mangiano torte!)


Mi è piaciuto tanto fare la torta Barbie, anche se qualche difficoltà c'è stata (ma quando non incontriamo difficoltà e contrattempi?)

Sono anche molto contenta per il "numero". Avevo acquistato qualche tempo fa il numero 6 completamente di zucchero, ma con il cappellino di plastica per contenere lo stoppino. Tutta contenta apro la confezione e.....  il gancetto superiore che avrebbe dovuto tenere il cappellino e la parte inferiore dove avrebbe dovuto alloggiare il portacandela da infilare nella torta.... erano rotti!!! Decido di ripararla con la pdz.... si è spaccata a metà!!! Grr

Allora ho tenuto il cappellino con lo stoppino e ho rifatto la  candelina.... in pdz.

Anna quando l'ha vista è saltata dalla gioia. Poi è diventata triste...... non voleva tagliarla!!!

Cara la mia gioia.

Ecco la torta



.




Ecco la candelina!!


La candelina accesa!!!



La fetta!!!



Qualche nota per quanto riguarda la parte che non si vede:
Ho fatto un pan di spagna di 8 uova e ho riempito 3 zuccotti di diametro 18 - 14 - 10, poi per sicurezza  ne ho fatto anche uno di 6 uova nella leccarda del forno  dal quale ho ritagliato  un  disco di 22 cm di diametro.
 


Come si vede ho dovuto tagliare le parti bombate degli zuccotti



Qui invece ho farcito,  bagnato e composto i vari strati di torta (7 strati) 





Dato che era la prima volta che facevo la torta bambola, ho preferito abbondare nelle dosi,  temevo che i piedi della Barbie fuoriuscissero!!! Invece potevo fare anche uno strato in meno.
Farcia con Camy Cream, Bagna succo arancia con aggiunta di acqua e zucchero. Stuccata con ganache cioccolato fondente al 50%.




 Copertura e decorazioni in pdz

martedì 10 dicembre 2013

Torta Peonia per Marcello


Ecco la torta che ho fatto per il compleanno del nostro caro amico Marcello. Il piano su cui appoggia la peonia è in polistirolo, la torta vera è quella sotto. 



.


.

-






Base torta all'arancia di Lorena, bagna sciroppo di zucchero e San Marzano, farcita e stuccata con crema Lindor....

sabato 26 ottobre 2013

TURCHIA - Terrasanta della Chiesa - Sulle orme di San Paolo


.Ciao a tutti, vi racconto un po’ il mio viaggio che ho fatto dal 28 febbraio al 7 marzo. Vi metto qualche foto……. delle 870 scattate…… due voli interni e circa 1500 Km in autobus!!! E’ stato sicuramente un viaggio molto interessante, sia dal punto di vista religioso che culturale. Siamo arrivati a Istanbul nel pom di lunedì 28 febbraio, ci ha accolto una bellissima città, ma moooolto fredda! Abbiamo navigato costeggiando il Corno d’Oro e il Bosforo. Pensate che la valutazione delle case “vecchie” in legno, affacciate su quella parte di mare,  sono valutate  circa 120 milioni di dollari!!! E’ un posto incantevole. Il giorno dopo, abbiamo visitato la Moschea Blu, la Basilica di Santa Sofia, e San Salvatore in Chora , abbiamo assistito alla S.Messa presso la Chiesa di S.Spirito, dove celebrava prima di diventare Papa, Giovanni XXIII°. L’ippodromo, il mercatino delle spezie, il gran bazar e altro… Alle 23,10 del 1° marzo con un volo interno ci siamo trasferiti ad Antiochia sull’Oronte. Abbiamo assistito alla S. Messa in una grotta detta di San Pietro. Sembra il luogo dove si riunivano i primi cristiani con Paolo, Barnaba Luca e Pietro. Abbiamo visto il porto da dove S.Paolo salpava per i viaggi missionari. Poi alla volta di Tarso, città natale di S.Paolo , il pozzo detto di S.Paolo e la Porta di Cleopatra. Nel pom trasferimento in Cappadocia. 300 km quadrati di “paesaggio lunare”. Sembra che il responsabile primo di ciò, sia stata l’attività eruttiva del monte-vulcano Argeo (3916 m), poi un processo plurimillenario di erosione prodotto da acqua, venti ecc.. ecc,
Un’altra particolarità della Cappadocia sono le città sotterranee, sembra che siano state individuate città fino a 12 piani sotterranei!! Queste città sono nate nel IV e V d.C.,  per difendersi da scorrerie e saccheggi. Successivamente vennero utilizzate anche da eremiti e monaci che costruirono chiese, con forma basilicale e anche a tre navate! Assolutamente non riconoscibili dall’esterno. Abbiamo visto anche “i camini delle fate” Sono  formazioni di tufo e basalto, il tufo, essendo più fragile, viene eroso dagli agenti atmosferici, mentre il basalto che è una pietra molto più dura, resiste e va a formare “il cappello”dei camini. Sono bellissimi!. Un’altra cosa interessante è stato vedere i “Dervisci” nella loro danza  spirituale.
 Partiamo per Konya e in autobus sono circa 700 Km!
Visitiamo il mausoleo di Mevlana , fondatore dei Dervisci danzanti ed importante figura della spiritualità mussulmana. Pom. Partenza per Pamukkale. Visita alle cascate pietrificate e alle rovine della città di Hierapolis, dove morì l’apostolo Filippo.
Partenza per Efeso con visita agli splendidi monumenti della città antica., il teatro, la biblioteca di Celso, il Ginnasio, il tempio di Adriano…… La Basilica di S. Giovanni apostolo fatta edificare sulla sommità dell’acropoli nel 527-565 d.C. dall’imperatore Giustiniano e da sua moglie Teodora, su una precedente “memoria” che custodiva le reliquie dell’apostolo prediletto di Gesù, morto ad Efeso. Abbiamo poi assistito alla S.Messa sul “Monte dell’usignolo” a circa 8 Km da Efeso, dove sembra abbia vissuto gli ultimi anni della sua vita Maria, con l’apostolo Giovanni.
Il viaggio è terminato….. anche se non ho riportato tutto ciò che abbiamo visto……….
Ecco qualche foto…..


Moschea sul Bosforo


 Istanbul, Moschea Blu



.


Istanbul. Particolare interno Basilica di S.Sofia

.


Cappadocia. Dervisci danzanti

.


Cappadocia. Museo all'aperto di Goreme (parte)

Cappadocia. Camini delle fate
                                               Pamukkale. Cascate di pietra

.
.

.


Konya. Tombe antiche al mausoleo di Mevlana

.
.
.

Efeso.Biblioteca di Celso

.

.Efeso. Teatro (dove avvenne la sommossa contro S.Paolo)